domenica 23 marzo 2014

LA FAME D'AMORE di Bruno Franchi


I bisogni emozionali se non pienamente gratificati si trasformano in pensiero che diventa il suggeritore, la memoria insoddisfatta che si cela in ogni mente. Ogni lavoro che l'uomo svolge, e condizionato da questo bisogno, che sarà subliminato dal denaro per accedere ad ogni forma di gratificazione sostitutiva che non potrà mai risolvere il bisogno emozionale primario. E' illusori...
o pensare di risolvere i problemi sociali, economici e politici sostituendo i soggetti che hanno creato i problemi, perché la causa dei problemi risiedono nell'uomo stesso che trasforma ogni professione nell'occasione di soddisfare il suo bisogno più celato in quanto il pensiero del bisogno lo tenterà o prenderà totalmente il controllo sulla coscienza. La risoluzione dei problemi umani se non parte dai bisogni emozionali sarà vano pensare di sostituire il vecchio con il nuovo, in quando il nuovo cela in sé gli stessi bisogni che inquineranno ogni cosa che l'uomo fa per tentare l'impossibile di soddisfare in modo deformato il celato problema di essere affamato d'amore. Sia a Destra che a Sinistra o al centro, le idee politiche come la storia insegna hanno fallito il loro intento di migliorare la condizione umana verso la consapevolezza. Nella religione, il cristianesimo non è riuscito a mettere in pratica l'idea d'Amore di Cristo. Il comunismo è fallito perché ugualmente gli uomini non hanno concretizzato l'idea rivoluzionaria economica e sociale di Marx che facesse finire lo sfruttamento l'uomo su l'uomo. Potrei continuare ad elencare i fallimenti di idee illuminanti nate da uomini singoli per cercare di far ragionare gli uomini a prendersi la responsabilità del cambiamento in se stessi. Tutti i tentativi religiosi e politici sono franati quando i discepoli e gli attivisti hanno preso in mano il pensiero illuminante e lo hanno deformato al loro bisogno causando i disastri che la storia di tali movimenti racconta.
I problemi umani, non sono imputabili quale fede o pensiero essi appartengano, ma di come il comportamento incoerente umano è in contraddizione ai principi religiosi o laici di cui gli esseri umani a parole dichiarano di appartenere e voler seguire. Essere persone giuste e oneste, esula da essere credenti o non credenti, o di essere, italiani, francesi, ebrei, americani, tedeschi, cinesi, ecc.. ecc.. I sentimenti negativi di odio, rancore, gelosia, invidia, sono universali in ogni latitudine del pianeta terra. Bisogna chiedersi come mai il comportamento distruttivo umano, non è cambiato nonostante si appartenga ad una comunità, religiosa o laica? Come mai in pubblico si parla di Cristo, e poi non si mette in pratica ciò che Cristo ha fatto attraverso il Suo comportamento autentico? Il vero problema quindi e che si continua a tradire con il proprio comportamento, ciò che l'originale esempio di vita vera ha messo in pratica, poiché pochi sono coloro che fanno il lavoro dentro se stessi, per essere delle persone giuste e oneste come gli illuminati che hanno dato inizio ad una religione o un pensiero laico. In 2000 anni il comportamento umano e rimasto identico, e siamo ancora qui, a dividerci perché nessuno si riconosce di essere TUTTI la stessa cosa. Se ci concentrassimo sul comportamento umano, invece di fare lunghe discussione sui principi teologici di ogni religione, si scoprirebbe il vero motivo del perché gli esseri umani, sono in contraddizioni con i loro stessi credi o pensieri. Il Bene non può avere colore ma continuiamo a dividerci perché ognuno difende la propria identità. Nell'identità non ci può essere la Verità, perché ogni identità si costruisce una propria verità per salvaguardare se stessa, così tutti si sentono convinti che la propria identità alla fine debba prevalere su tutte le altre identità. Non lo si decide pubblicamente, ma da sempre si opera per ingrandire se stessi perché appunto ogni identità crede che la sua sia la migliore di tutte. Questi sono fatti, la storia non la si può negare, studiare il comportamento malsano umano e trovarne la causa dovrebbe essere la priorità assoluta, sia individualmente in noi stessi, e questo darà più credibilità, a chi si professa Cristiano, Musulmano, Ebreo, perché solo nel cambiare il proprio comportamento distorto, si potrà trovare una possibile convivenza civile, e in seguito superare ogni divisione che purtroppo gli esseri umani ancora hanno dentro di sé e di conseguenza li condiziona a comportamenti che sono il prodotto della corazza caratteriale e somatica che imprigiona la vita nell'ambivalenza di essere la brutta copia della vita libera da cui tutti gli esseri viventi pensanti si sono allontanati e non sanno più esprimerne le basi emozionali della vera vita.
Se non cerchiamo di riflettere sulla reale causa del perché le idee illuminanti non riescono ad essere materializzate nella loro profonda luce di liberazione umana, i fallimenti saranno inevitabili. Le masse degli esseri umani si sono sempre identificate non nelle persone che gli hanno fatto vedere la loro miseria emozionale, ma in quelle persone che trovavano simili, facendo ciò hanno invece messo in croce tutti quelli che cercavano di farli riflettere. Se gli individui non si prenderanno la responsabilità di vedere in se stessi la causa che fa fallire ogni idea religiosa o laica, è illusorio credere o pensare che i partiti politici di qualunque idea, possano risolvere i problemi degli esseri umani che delegano ai politici la loro inconsapevole esistenza incapace di autogoverno. La storia Umana è li, TUTTI la possono studiare. Iniziare a vederla con occhi svuotati da deformazioni emozionali, sarà il primo passo per capire dove sta la via d'uscita alla miseria emozionale che ancora oggi impregna gli esseri umani in ogni angolo del pianeta


Tutti i diritti riservati © 2014 Bruno Franchi – M. Cristina Di Mascio

sabato 22 marzo 2014

IL DESERTO ITALIANO di Maria Cristina Di Mascio

Popolo italiano sono molto delusa di voi, compresa me stessa e vi spiego il motivo. Sì, sono fortemente delusa di me stessa per il fatto che non sono riuscita attraverso i miei tanti video a far trasmettere i miei consigli per iniziare a far capire a voi italiani di prendervi le vostre responsabilità di cambiare la vostra vita, prima di cambiare l'ITALIA. Sono decenni, che lo ripeto, ma voi continuate ad essere sordi, ciechi e infine muti. Ho sempre pensato che predicare nel deserto non fosse inutile, ma dopo una vita che predico nel deserto umano, ho il sospetto che forse è meglio il deserto con le sue aridi condizioni che una umanità ipocrita e incoerente che tradisce le sue parole non mettendole mai in pratica. Voi italiani la parola coerenza non sapete cosa sia, poiché se siamo arrivati a questa Italia disastrata non bisogna solo incolpare i politici, ma soprattutto voi italiani che per decenni li avete votato perché tra simili ci si riconosce.

Caro popolo italiano, tu che ti lamenti oggi dei politici, ma ti domando: tu cosa hai fatto individualmente per migliorare l'ITALIA? Il giorno 19 ottobre 2013 siete usciti di casa avete preso la macchina, il treno e anche l'aereo per andare alla manifestazione di Roma e dopo aver gridato contro i politici e il governo alla sera siete tornati all'ovile come le pecore tornano nel recinto. Quel giorno speravi che cambiasse qualcosa? Invece cari italiani cosa avete ottenuto? Un bel niente di niente. Altre promesse dai vostri amati e odiati politici. Credevo che fosse finita la vostra illusione, ma invece di nuovo siete scesi in piazza, questa volta avete minacciato l'ira del popolo, volevate fermare tutto, dall'Alpi, all'Etna, il grido di guerra era RIVOLUZIONE!!!!!!!! TUTTI A CASA MALEDETTI POLITICI!!!! Sembrava che finalmente vi foste svegliati, dopo decenni di dormitorio umano, invece vi siete criticati gli uni contro gli altri, e vi siete separati come al solito. Il potere vedendo la vostra imbecillità a tirato un sospiro di sollievo e poi si è fatto un sacco di risate alle vostre spalle.

Cosa volevate far vedere o cosa pensavate di far cadere il governo di Letta insieme al suo protettore RE GIORGIO NAPOLITANO? Come al solito, siete capaci di seminare FOGLIE SECCHE AL VENTO.

Il giorno 09 dicembre 2013 avete avuto la facciatagine   di scendere ancora in strada e questo mi ha fatto più infuriare dicendo che volevate fare una rivoluzione per cacciare via la classe politica italiana corrotta. Quando poi ho sentito in televisione che la metà dei forconi, sceglieva il Santo Padre per fare la Rivoluzione, mi sono cascate le palle che non possiedo, perché me l'avete fatte crescere voi dalla vostra stupidità, visto che la Chiesa vi ha fatto e vi sta ancora facendo il lavaggio del cervello. Ma cosa credete che una preghiera e molte preghiere possano cambiare il vostro cervello imbottito di ogni tipo di condizionamento religioso? NESSUNO DALL'ALTO PUO' VENIRCI A SALVARE TANTO MENO CHE IL PAPA CHE PARLA DALLA FINESTRA DEL VATICANO. Siete solo degli illusi a crederlo. Come al solito avete fatto rumore per nulla siete la VERGOGNA DELL'ITALIA. Infatti anche all'ESTERO, ci prendono per i fondelli, siamo dei burattini nelle mani dei burattinai, in Italia è peggio da quelli che governano l'Europa. La verità, che non avete la capacità di organizzare o realizzare le vostre idee e sapete perché? Perché siete divisi in tutti i sensi, con voi stessi e con i vostri simili.

Se non riuscite a rendervi conto di essere divisi, non riuscirete mai a cambiare drasticamente la vostra vita. Popolo italiano in venti anni quanti manifestazioni e scioperi avete fatto? Avete migliorato la vostra vita facendo manifestazioni e scioperi? Credo proprio di no, anzi in venti anni avete peggiorato la situazione, ma non volete rendervene conto. La cosa che riuscite molto bene è che continuate ogni secondo della vostra vita di fare gli stessi sbagli. Ricordate che facendo sempre gli stessi sbagli non riuscirete mai a trovare le soluzioni per un mondo migliore. Quando smetterete di fare gli sbagli? Perché non cominciate ad usare la vostra mente?

Se cominciate ad usare la vostra mente, vi accorgerete che dentro voi stessi avete uno straordinario potere per distruggere tutto il marcio che hanno combinato i potenti, i politici e la classe politica, ma per far questo dovete imparare ad usare il vostro potere che è dentro nella vostra mente e nel vostro cuore.

Io ho capito che i vostri sbagli nella vostra vita è il vostro pane quotidiano e non siete capaci di usare la vostra mente perché ormai siete dipendenti in tutte le cose.

Io capisco perfettamente che una parte del popolo è disperato in tutti i sensi e aggiungo che fa bene a protestare, ma mi viene da fare una domanda: l'altra parte del popolo italiano perché sta in silenzio o continua adorare i politici corrotti?

Da ottobre a dicembre 2013 sono successe molte cose, ma cercherò di dirle alcune, che per me sono importanti.

Gl'italiani sono divisi in sei parti:

  1. UN PEZZO DI DESTRA
  2. UN PEZZO DI SINISTRA
  3. UN PEZZO DI MOVIMENTO CINQUE STELLE
  4. UN PEZZO DI LEGA NORD
  5. UN PEZZO DI ASTENUTI
  6. UN PEZZO DI DISPERATI
Ora ditemi come potete risolvere i vostri problemi se continuate o diciamo che preferite ad essere divisi? La cosa peggiore che non vi rendete conto, che siete divisi anche all'interno di un partito o di un movimento. Finché ci sarà divisioni i problemi non si risolvono, anzi si va sempre più in basso perdendo la dignità. Io penso con convinzione che ormai abbiamo perso da venti anni la nostra dignità, ma non vogliamo renderci conto perché preferiamo essere orgogliosi nel fango che abbiamo costruito in questi lunghi anni.

Per la seconda volta vi dico che MI VERGOGNO DI APPARTENERE AL POPOLO ITALIANO perché sentendo le parole della CORTE COSTITUZIONALE, mi sono sentita un verme marcio per due motivi. Il primo motivo visto che sono italiana ho partecipato anch'io dall'imbroglio che hanno costruito la classe politica italiana. Com'è? Semplice andando a votare alle persone che pensavo oneste. Ed ora sono una delle tante che non andrà più a votare finché il popolo italiano non prenda la decisione di fare la vera RIVOLUZIONE DI TUTTI I SINGOLI INDIVIDUI ITALIANI PER CACCIARE TUTTI I POTENTI, I POLITICI, I RICCHI, I GOVERNANTI E LA CLASSE POLITICA DAL PARLAMENTO. Il popolo italiano deve cominciare a prendere le loro responsabilità, ma per far questo, deve rendersi conto, che se siamo nella merda la colpa è vostra e mia. Dovete smettere di criticare I POTENTI, I POLITICI, I RICCHI E I GOVERNANTI perché è tutto il popolo che ha continuato a dare il voto (compresa io ho dato il voto) a questi stronzi.

Se la vita è peggiorata in tutti i sensi dovete mettervelo bene nella vostra mente, che la colpa è del POPOLO ITALIANO PERCHE' CONTINUA A METTERE LA SUA VITA NELLE MANI DI ALTRE PERSONE, ed è convinto che senza chiedere aiuto ad una persona o a un DIVINO i problemi non si risolvono. Questo ultimo pensiero è una grossa menzogna creata da tutti i RELIGIOSI per ottenere tutti i POPOLI DELLA TERRA AI LORO PIEDI.

Popolo italiano quando inizi a renderti conto, che la vita è vostra non è di altre persone o di religiosi o Divini.

Il secondo motivo è che le parole della CORTE COSTITUZIONALE sulla LEGGE ELETTORALE, ho sentito dentro di me un tremendo gelo, che mi paralizzò come una statua per 10 minuti. La Corte Costituzionale ha detto chiaramente che la nostra LEGGE ELETTORALE E' INCOSTITUZIONALE, ossia: NON E' LEGGE.


Allora mi viene da fare una domanda: DA QUANTO TEMPO ABBIAMO LA LEGGE ELETTORALE INCOSTITUZIONALE?

Io sono convinta che molti non ricordano di quanti anni che la legge elettorale è incostituzionale, ossia: NON E' LEGGE. La risposta precisa è 8 anni che abbiamo la legge elettorale incostituzionale, ossia: NON E' LEGGE.

Perciò se ci pensiamo bene, tutto il POPOLO ITALIANO E' STATO DEFRAUDATO DA DEI FUORILEGGE CHE SI SONO FATTI DELLE LEGGI A LORO VANTAGGIO FREGANDOSENE DEI REFERENDUM CHE HANNO BOCCIATO TALI LEGGI.

Nonostante questo sopruso che oggi dopo otto anni di silenzio del POPOLO e della CORTE COSTITUZIONALE, il popolo non vuole prendersi la responsabilità di cacciare la classe politica corrotta da tutte le sue sedi piccoli e grandi.

M i domando cosa deve succedere ancora? Voi cittadini italiani, siete comandati da dei cialtroni, che si sono presi gioco di voi, in più questa Europa dei Banchieri, criminali che stanno affamando i popoli per il loro egoismi di possedere sempre più denaro, e nessuno fa niente per tirarli giù dalle loro torri d'avorio. Non siamo più padroni di niente, di niente, perché l'Europa non è stata costruita per i popoli ma per i pochi capitalisti e i popoli sono stati ingannati dai loro politici che sono diventati i camerieri dei potenti e fanno tutto quello che ordinano loro. Io non sono per niente ottimista cari italiani pecoroni. Cari italiani, vi stanno fottendo il presente è il futuro, lo stanno facendo da parecchio tempo, nelle stanze del potere, la vera Mafia organizzata in istituzioni legali, che nell'apparenza si mostrano responsabili di lavorare al bene comune dell'Europa, ma al contrario stanno facendo tutto alle vostre spalle imponendo i loro dettami senza che voi vi ribelliate.

NEL DESERTO ITALIANO NON C'E' VITA, ANZI VEDO SOLO DEGLI ZOMBI, MORTI VIVENTI, CHE SI CREDONO VIVI. QUESTA E' UNAGRANDE TRAGEDIA DEGL'ITALIANI.
 
Tutti i diritti riservati © 2014 Fabio Ludovici – M. Cristina Di Mascio